«No» incondizionato a tutto ciò che sottrae terreno agricolo

AMBIENTE “Stop al consumo di territorio” contro capannoni, impianti e nuove strade

«No» incondizionato a tutto ciò che sottrae terreno agricolo

Meno cemento, soprattutto meno capannoni, ma anche un secco «no» alla costruzione di grandi infrastrutture che sottraggono ettari di terra all’agricoltura.”Stop al consumo del territorio”, il gruppo cittadino che si batte contro la cementificazione e gli impianti fotovoltaici sui terreni agricoli ha le idee chiare e, in un documento inviato al sindaco, individua quattro linee d’azione (controllo e contenimento dello sviluppo edilizio e delle infrastrutture, recupero del rapporto città-campagna, diffusione di nuovi stili di vita e coinvolgimento e partecipazione dei cittadini) e chiede che venga realizzata una moratoria sulle costruzioni di nuovi edifici. Sono soprattutto i capannoni ad essere oggetto di critica da parte del gruppo; essi sarebbero troppi rispetto alle effettive esigenze e soprattutto sottrarrebbero tanta “buona” terra all’agricoltura.

Un «no» che si estende anche alle grandi opere:”La moratoria – spiegano nel documento – deve essere estesa anche alle cosiddette grandi opere ed in maniera prioritaria alla realizzazione di nuove strutture viarie, dal momento che esse finiscono inevitabilmente per fungere da stimolo all’edificazione delle aree circostanti. In tal senso, il «no» alla nuova circonvallazione della città, a quella di Levaldigi (se ancora possibile) ed al raccordo autostradale rappresentano sicuramente uno dei nodi cruciali per il futuro sviluppo della città e, nel contempo, un atto concreto che può salvare ettari di buona terra e dare un forte segno del cambiamento nel progettare il nostro futuro. Anche l’arginatura del Mellea dovrebbe essere ripensata e valutata in un’ottica che tenda a restituire al fiume ciò che il sedicente sviluppo gli ha tolto in termini di superficie, varietà delle forme di vita, funzionalità e fruibilità per i cittadini”.

Per il gruppo ecologista è importante promuovere nuovi stili di vita, che partono dalla promozione di gruppi di acquisto (come quello sul fotovoltaico), botteghe del commercio equo e solidale, farmer market, banche del tempo, produttori biologici locali, fattorie didattiche e prodotti a Km 0; proprio su questa linea, i sostenitori del «no» chiedono alla Giunta di favorire l’installazione di altri distributori di latte fresco e di operare per l’apertura di uno spaccio di vendita dei prodotti (ortaggi, carni, frutta, uova) riservato ai produttori locali. Una manovra ecologista che potrebbe, oltre che riavvicinare la città alla sua campagna, aprire un discorso sui consumi e sul loro impatto ambientale, ma anche dare una risposta alla crisi dell’agricoltura locale.

Tante proposte che però non sono state accolte dal Comune.”La risposata del sindaco – dicono da “Stop al consumo” – ci ha lasciati alquanto delusi, in quanto ha ignorato completamente la nostra richiesta di un incontro per discutere insieme le varie parti del documento”. La lettera si limita ad assicurare che il contributo “sarà tenuto in considerazione in occasione della futura variante allo strumento urbanistico generale”, dimostrando di non aver colto assolutamente lo spirito del documento ispirato “al favorire la presa di coscienza dei problemi legati al nostro attuale modo di consumare il territorio ed al condividere scelte che non possono essere confinate solo ed esclusivamente nell’ambito edilizio od urbanistico”.

Ma il gruppo non si abbatte. Tra le prossime iniziative in programma, vi sono una mostra sull’uso del territorio ed un dibattito pubblico.

Liliana Cimiero in “Il Saviglianese” del 08-04-10

INDIETRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: