Osservazioni al progetto di edificazione dell’area presso la Saint Gobain (20-01-10)

In relazione alla pubblicazione dei progetti di P.E.C. siglati P1.8*, P1.9* e P1.9* bis inerenti aree situate in via Saluzzo, il movimento “Stop al consumo di territorio”, in quanto movimento di opinione per salvare i suoli rimasti agricoli e la difesa del diritto al territorio non cementificato e quindi portatore di interessi diffusi, presenta le seguenti osservazioni:

premesso che risulta non più sostenibile l’attuale livello di consumo del territorio e che al fine di evitarne lo spreco si ritiene necessario che l’edificazione della area interessata ed eventuali successive abbia inizio solo in presenza di una reale necessità determinata da:
– pieno utilizzo degli edifici produttivi e commerciali già esistenti
– esaurimento delle aree già cementificate dismesse e/o riconvertibili
– esaurimento di altre aree in cui è già iniziata l’edificazione
– piena credibilità dei piani di sviluppo produttivo o commerciale delle aziende che dovrebbero occupare tale area;

formuliamo le seguenti proposte:

Contenimento del consumo del suolo: in relazione a quanto succitato procedere all’edificazione di una sola area produttiva per volta in relazione alle effettive necessità, dimensionando gli edifici in relazione alle reali esigenze delle attività destinate ad essere in essi collocate;

– Permeabilità del suolo: mantenimento dell’indice di permeabilità dei suoli attraverso l’adozione di grigliati erbosi nei parcheggi ed evitando l’asfaltatura delle aree di pertinenza optando per materiali alternativi alle asfaltature;

– Verde pubblico e difesa dei corsi d’acqua: evitare l’intubazione ed il rettilineamento delle bealere Morina e Chios del re, valorizzandone la presenza con un’adeguata e ampia fascia di rispetto, l’utilizzo di essenze arboree ed arbustive autoctone in tutta l’area, privilegiando l’adozione di grigliati metallici in corrispondenza di eventuali attraversamenti viabili. Inoltre si dovrà curare la distanza fra le piante, l’adeguata estensione delle aree di pertinenza e della distanza dagli impianti di illuminazione; nel caso in cui parte dei parcheggi non sia utilizzabile per l’installazione di impianti fotovoltaici essi dovranno essere piantumati;

– Verde privato: obbligo e/o incentivazione a rinverdire tetti e pareti al fine di diminuire l’impatto estetico ed ambientale migliorando nel contempo il contenimento delle dispersioni termiche ed acustiche; sistemazione a verde delle aree esterne con essenze locali;

– Risparmio energetico: adozione di box/pensiline fotovoltaici a schermatura dei parcheggi; orientamento degli edifici in modo da consentire la massima funzionalità degli stessi e la loro collocazione in modo da consentire la massima resa degli impianti fotovoltaici da collocarsi sulla copertura. Contenere, attraverso l’impiego di tecnologie avanzate ed un corretto uso, il consumo di energia elettrica per l’illuminazione pubblica e privata (lampade ad alto rendimento, dotate di schermatura verso l’alta e riduzione dei tempi e della intensità luminosa)

– Utilizzo acque: recupero acque piovane per irrigazione delle aree verdi e per eventuali usi interni funzionali alle attività; previsione di piani di prevenzione e gestione delle acque di prima pioggia raccolte nei piazzali/parcheggi

– Smaltimento rifiuti: divieto di utilizzo dei fabbricati per stoccaggio permanente di rifiuti e previsione di aree apposite destinate alla raccolta differenziata dei rifiuti.

– Viabilità: alberatura delle strade e delimitazione delle proprietà con recinzioni verdi

– Adozione delle Misure per l’edilizia sostenibile ed eco-compatibile previste dal punto 9 della variante n° 23 al P.R.G.C. vigente del 24/12/2009 di cui si allega copia

Pertanto si confida nell’accoglimento delle proposte avanzate che si ispirano ad un modello di urbanizzazione che partendo anche dalle indicazioni contenute nella variante parziale n° 23 al P.R.G.C. le estende in modo da favorire un diverso uso del territorio.

Per il gruppo locale del movimento nazionale per lo stop al consumo di territorio.

“Stop al consumo di territorio – Movimento di opinione per la difesa del diritto al territorio non cementificato”
Nodo di Savigliano, presso C. Capello, via Molino 8, 12030 Cavallermaggiore

Estratto dal testo del VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N. 77 del 21/12/2009
9. Misure per l’edilizia sostenibile ed eco-compatibile.
La variante in oggetto, riprendendo infine i contenuti del decimo comma dell’art. 35 delle norme di
attuazione di PRGC, introdotti con la variante strutturale 2008, ha introdotto, tra l’altro, in
applicazione di principi di sviluppo sostenibile, puntuali disposizioni attraverso la scrittura del
decimo comma dell’art. 35 delle norme di attuazione di PRGC, attualmente applicabile solo alle
aree oggetto della variante allo strumento urbanistico suddetto.
La variante in oggetto, in applicazione dei principi di sviluppo sostenibile introdotti con la variante
strutturale 2008 nell’art. 35, comma dieci, delle N.T.A. ma limitatati alle sole aree oggetto della
variante strutturale, estende l’applicazione delle norme per l’edilizia sostenibile a tutte le nuove
aree libere (di espansione o di completamento), residenziali e produttive/terziarie secondo i
seguenti dispositivi:
Uso del verde:
Nella sistemazione delle aree a verde pubbliche e private, al fine di conseguire effetti di filtrobarriera
con funzioni ecologiche, dovranno essere messe a dimora alberature ad alto fusto nella
misura minima di 1 albero ogni 50 mq. di verde;
Le aree a parcheggio pubblico quando sono realizzate secondo una tipologia a piazzale di
dimensioni superiori a 300 mq. dovranno essere sistemate con impianto regolare di alberature,
secondo modalità ed essenze concordate con l’Amministrazione Comunale, e preferibilmente
pavimentate con elementi prefabbricati permeabili.
Permeabilità dei suoli:
Rispetto alla superficie fondiaria attinente a ciascun intervento edilizio di nuova costruzione dovrà
essere garantita una percentuale di superficie permeabile in profondità pari almeno al 35% nelle
aree residenziali, riducibile al 20% nelle aree per attività produttive e terziario-commerciali. Si
possono conteggiare a tali fini le superfici a grigliato “proteggi prato” nella misura del 90% e le
superfici con autobloccanti posati su sabbia nella misura del 50%.
Recupero idrico:
Ogni intervento edilizio di nuova costruzione dovrà essere dotato di una adeguata cisterna
interrata per la raccolta ed il successivo riutilizzo delle acque meteoriche della dimensione minima
pari a mc. 0,06 per mq. di superficie coperta, con un minimo di 10 mc..
Isole ecologiche:
In sede di progettazione degli strumenti urbanistici esecutivi dovranno essere previsti, in accordo
con i competenti Uffici Comunali, appositi spazi da destinare ad isole ecologiche per la
sistemazione dei cassonetti, al di fuori delle sedi viabili e dei marciapiedi, dotati di idonei elementi
di mitigazione visiva – arredo.
Clima acustico:
Ove previsto, i nuovi edifici residenziali saranno soggetti a valutazione previsionale di clima
acustico (art. 8, L. 447/95) ed al rispetto dei requisiti acustici passivi (D.P.C.M. 05/12/1997).
Risparmio energetico:
Negli interventi edilizi di nuova costruzione dovranno essere previsti gli accorgimenti e le misure
finalizzati alla minimizzazione dei consumi di energia ed all’uso di fonti energetiche rinnovabili
secondo il D.Lgs. 192/05 e la L.R. 13/07.
Viene riscritto il comma decimo dell’art. 35 delle norme di attuazione nel seguente modo:
“Misure per l’edilizia sostenibile ed eco-compatibile da applicarsi in tutte le aree di nuovo impianto
e completamento“

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: